giovedì 10 aprile 2008

DR_WHO CAMBIA URL E PIATTAFORMA

Dr_Who è navigabile al nuovo indirizzo www.drwho.it andate e aggiornate i Feed

vi aspetto al nuovo indirizzo sulla piattaforma di WP!

Dr_Who

mercoledì 9 aprile 2008

Crazy Marketing Network viral video 2

Puntuali all'appuntamento, ecco il secondo video del Crazy Marketing Network. Il primo disponibile qui.


Credits:
Agency: Socialware
Players: Filippo Giardina e Mauro Fratini (NonRassegnataStampa.it)
Director: Luca Mobilio



Dr_Who

Save the Rock

Posto integralmente la news:
Radio Rock FM chiude: la notizia non è nuova ma la rete vuole dire la sua. I tempi sono ancora da definire, ma sicuramente non trasmettera' oltre il 30/06. ‘La proprietà, di cui fa parte la Mondadori tramite Monradio, non è riuscita a trovare una soluzione per trasformare l'emittente locale in nazionale, visti i costi altissimi delle frequenze' ha dichiarato il direttore Marco Garavelli.
‘In_medias_res', un blog autogestito da sei studenti del Master CommunicActive ha deciso di diventare un vero e proprio hub per ridare fiato alla raccolta di firme in favore dell'emittente milanese che, dopo 19 anni di diffusione, chiude i battenti. A questo proposito sono già attivi da tempo, on line, una petizione e un forum. Questa campagna non è solo in difesa di un'emittente che ha sempre prodotto cultura e lanciato grandi personaggi delle radio FM italiane, ma anche di un modo di 'fare radio': su Rock Fm ogni brano viene trasmesso senza tagli mentre nelle scelte musicali non imperversa una mera logica di interessi da etichette discografiche.
(via)
Dr_Who

Illy in lattina



Questa sì che è una bella (?) notizia. Quanto meno un UnconventionalM Pack per la bevanda che contiene (via). Illy ready to drink, sembra essere il pay off che l'azienda italiana ha voluto sposare per posizionare le bevande tipiche del Belpaese all'estero. Una joint venture con Coca-Cola ha reso possibile il progetto. A partire dal mese di Aprile le lattine saranno distribuite in Europa (Austria, Croazia, Grecia e Ucraina). Tra il 2008 e il 2009 la distribuzione coprirà Asia, Nord America, Eurasia e nell'area del Pacifico attraverso la rete di The Coca-Cola Company. In termini di marketing, devo dire, tanto di cappello! Un prodotto tipico della cultura italiana, esportato sposando le logiche "locali" in cui il "bere nella tazzina" non è poi così un must.

Dr_Who

L'importanza della partecipazione

Voglio condividere con voi alcuni elementi di una bella intervista che Mauro Lupi ha realizzato in occasione di Interact 2008 a Esther Dyson. Nell’intervista emergono elementi di forte interesse. Primo tra tutti l’importanza della partecipazione attiva delle aziende al “brusio” che è presente sul web. Come afferma il CEO di Nike “We’re not in the business of keeping the media companies alive. We’re in the business of connecting with consumers“. Dyson sostiene che le aziende devono essere capaci (aggiungo io avere la volontà) di bypassare i tradizionali media, per interagire direttamente con i consumatori. Non lasciamoci però ingannare dalle apparenze: per farlo non occorre metter su un blog o una qualsiasi presenza in rete; per farlo occorre innanzitutto l’approccio “mentale” giusto. E’ quello che funziona. Non altro. La tecnologia che si utilizza è secondaria. Il primo step, come suggerisce Dyson, è quello di frequentare in maniera partecipativa i Social Network, non solo, ma anche di accompagnare queste attività in rete con contest reali “much as Nike might sponsor a local basketball game and send a rep or local sports-store owner“. In italia abbiamo un esempio in tal senso, seppur agli inizi. E’ quanto ha realizzato Barilla per il lancio del brand Alixir, del quale potete avere news qui. Alixir è partita al contrario, incontrando chi in rete ha generato buzz (positivo e negativo) per comprendere quali fossero le motivazioni, nel bene e nel male. E’ un inizio, ma molto sta, appunto, nell’approccio che una azienda vuole instaurare con la propria clientela e con i prospect. E’ quello che io chiamo l’approccio WnRM. L’intervista integrale qui
Dr_Who

martedì 8 aprile 2008

Bici Blu a Milano: svelato il mistero?

Svelato il mistero delle bici blu? Parrebbe che l'azione sia un ambient marketing di Nastro Azzurro: proprio oggi parte il progetto NADA - Nastro Azzurro Design Attitude - una serie di iniziative pensate per supportare concretamente i giovani designer, offrendo nuove opportunità di lavoro e promuovendo il design 100% italiano. La prima iniziativa firmata NADA è il NASTROLAB. Dal 4 al 9 aprile. Una serie di workshop teorici e pratici coordinati da Andrea Branzi (4 aprile, 18.00), che vedrà all’opera nomi noti del design internazionale, quali Marc Sadler (5 aprile, 16.30 – 17.30), William Sawaya (6 aprile, 16.30 – 17.30), James Irvine (7 aprile, 16.30 – 17.30), Kazuyo Komoda (8 aprile, 16.30 – 17.30) e Jozeph Forakis (9 aprile, 16.30 – 17.30).NASTROLAB è anche un concorso di idee che premia la creatività degli studenti che hanno partecipato ad almeno uno degli incontri con i designer. Dal 10 aprile al 31 luglio 2006, i partecipanti saranno chiamati a progettare una bottiglia speciale, un accessorio per vivere una Nastro Experience o una serie di etichette particolari. A settembre una giuria di esperti premierà i lavori più innovativi. La Nazionale, composta da un team femminile e maschile di giovani talenti, si impegna a difendere i colori del design italiano attraverso l’esposizione di opere inedite, durante i prossimi appuntamenti internazionali legati al mondo del design. Una vera e propria sfida a colpi di creatività.La squadra verrà presentata ufficialmente il 4 aprile, dalle 15.00 alle 19.00, in occasione di PittiLiving.NADA è anche divertimento. Nastro Azzurro animerà la settimana del design con party ed eventi speciali.Nastro Lounge (5/10 aprile 10.00 – 21.00) e l’Opening Party (5 aprile, 21.00 – 01.00) a cura di Elita e Fabio Novembre allo Spazio Eventi MeritaliaNastroparty la festa più frizzante del FuoriSalone ai Magazzini Generali, (8 aprile, 23.00-03.00)Metamorphic Lounge, bar progettato da Simone Micheli al casello Ovest di Porta Venezia (4 aprile, 16.30 – 24.00 / 5 - 10 aprile, 10.00 – 22.00.Nastro Azzurro sarà inoltre presente nei più importanti Showroom milanesi del design. (via)

Dr_Who

Bici Blu a Milano

Così si è svegliata stamane Milano. In zona Ticinese, tra lo stupore dei turisti, un po' meno dei milanesi abituati alle iniziative dei creativi, ecco far bella mostra una selva di biciclette tutte azzurre. Ve ne sono a decine, legate con catenelle a pali e serrande. Si tratta di un'azione di ambient marketing di una nota azienda di abbigliamento e articoli sportivi. Quale sarà? (via)

Dr_Who

lunedì 7 aprile 2008

Alfa Top Driving Experience 2008: dopo Anagni

Sabato mattina alle 8,30 ero già presso l’autodromo ISAM di Anagni per partecipare al Alfa Top Driving Experience 2008 in pista. Ad accoglierci il corpo istruttori del centro Guida sicura di De Adamich, e le hostess. A valle di un briefing sulla posizione di guida corretta in pista (ma anche sulle strade di tutti i giorni nelle lunghe percorrenze), le traiettorie migliori e sicure da tenere e ha fatto un breve escursus sui sistema di sicurezza delle Alfa (ABS, EBD, HBE, ASR, MSR, VDC e Q2), tutti in pista. Ho provato la 159 Ti (una berlina di razza) e a seguire la Brera: 260 cavalli di vero piacere. Tra un turno di guida e l’altro, una esperienza quale passeggero per testare tutti i sistemi di sicurezza a bordo della GT. Come dicevo nel mio post di presentazione, l’engagement sull’automotive non necessita di particolare creatività: ti mettono in mano i migliori prodotti (auto top) nelle situazioni ottimali (pista). L’engagement è assicurato, certo, ma in termini di completezza sento che manca qualcosa. La Call to action. Perfetta al ricevimento dell’invito all’evento (manda un sms per confermare la tua partecipazione), assolutamente carente a valle della prova in pista. E’ pur vero che ciò che ti porti a casa dopo una giornata in pista è molto (è difficile scacciare il ricordo del curvane di Anagni percoso a tavoletta con la Brera e la 159 che non fanno un a piega), ma se volessi acquistare un’Alfa a valle di questa experience, che fare? Tenendo conto che non sono un cliente Alfa, in che modo Alfa può fare win-back su di me? E’ in questo che trovo la meccanica Alfa Top Driving Experience 2008 carente. Molto. Una Call to action mirata e contestualizzata, con una declinazione anche a medio termine sarebbe stato il tassello che avrebbe “chiuso il cerchio”. Non solo per i prospect, ma anche per gli alfisti nel rinnovare la loro vettura.
Dr_Who

domenica 6 aprile 2008

Dr_Who on WordPress: waiting for



Sono cominciate le procedure per spostare il blog su WP. Ebbene sì, per una gestione più flessibile Dr_Who poggerà sulla nuova piattaforma ed avrà una url dedicata www.drwho.it

SitoNerd sta assistendo a tutte le procedure. Waiting for...

Un Post dedicato vi informerà dell'avvenuto passaggio. See you!

Dr_Who

venerdì 4 aprile 2008

La forza della semplicità

Molto spesso gli approcci semplici sono i migliori. Pao docet.



Dr_Who

giovedì 3 aprile 2008

Il cambiamento inizia da piccoli passi: YOC2008

Chi ha detto che i bigliettini da visita sono una grigia abitudine del nostro tempo, un’etichetta noiosa e impersonale?Sul sito Year of Creativity 2008(http://www.yearofcreativity.com/it/home.do) : un esercizio creativo che stimola a reinventarsi ogni giorno. Senza prendersi troppo sul serio. Se dessimo spazio ai molti io che ognuno ha dentro, certamente la vita di tutti i giorni sarebbe molto più creativa. Perché anche un piccolo, giocoso, surreale cambiamento può farci vedere le cose in maniera diversa. “Be the change you want to see in the world”, questo il pensiero che sta alla base dell’iniziativa sul sito (http://www.yearofcreativity.com/it/home.do) : un creatore di biglietti da visita personalizzati, un moltiplicatore di identità fantastiche, uno stimolatore di possibilità… Puoi sceglierne uno tra 366 biglietti da visita divertenti, personalizzarlo con il tuo nome, stamparlo gratuitamente e decidere OGNI GIORNO COME PRESENTARTI… E se ti ricorda qualcuno, mandaglielo con il suo nome! E’ tempo di reinventarsi. Una bella suggestione. il cambiaento passa anche attraverso questi simolo "minori". (via)
Dr_Who

mercoledì 2 aprile 2008

Golden fire: birra non convenzionale

Qualche post fa segnalavo una iniziativa svoltasi a Torino. Dall'installazione veniva fuori la data del primo aprile. Nel video che riporto qui il mistero è svelato: azione di ambient per Golden Fire. Unconventionally strong beer. I Ninja colpiscono ancora!


Dr_Who

Il presidio delle informazioni

Proprio l’altra sera stavo colloquiando con il direttore marketing di una nota azienda italiana sulla “nuova relationship” che il non convenzionale associato al 2.0 riesce a dare. Tra i vari temi toccati, quello che ha suscitato maggior interesse è stato il concetto del “presidio delle informazioni”. È un nuovo approccio che le aziende devono intraprendere nel dare voce attiva ai propri clienti e prospect. Rispetto alla tradizionale knowledge [che è necessario avere ed aggiornare con opportune azioni di mining] il “presidio delle informazioni” [WnRM] è molto più fluido e dinamico. Il vincolo, però, sta nella tempestività della sua gestione (presidio). Questa informazione va trattata a seconda del tipo di stimolo che innesca. Può essere un semplice reindirizzo, o un consiglio, oppure in ottica partecipativa [UGC] consigli implementativi etc. A seconda della sua tipologia va indirizzata e gestita. È in quest’ottica che i processi CED [e i DB connessi] devono aumentare la loro flessibilità sia per accogliere le info di mining, sia per gestire in near real time la relationship che si instaura.
Dr_Who

lunedì 31 marzo 2008

Google Video: ambient marketing

Google è sulla buona strada per far conoscere la sua platform Google video. Come cantava Vasco "basta poco" ... per attirare l'attenzione. Ed i prospect sembrano apprezzare! (via)



Dr_Who

IAB Forum 2008 a Roma

Il 7 Maggio prossimo si svolgerà l'edizione romana di IAB Forum, ormai diventato il più importante evento a proprosito di internet nel nostro paese. Programma e location saranno pubblici a breve. Comunque il format sarà simile a quello milanese, concentrato in un giorno. Quindi mattina con convegno (intro, keynote e tavola rotonda), pomeriggio di workshop e area espositiva in parallelo. Ingresso gratuito previa iscrizione online. (via)
Personalmente ho già provveduto alla pre-iscrizione on line.

Dr_Who

Nasce il Crazy Marketing Network

Lo avevo già detto che il 2008 sarebbe stato l'anno del "fare". Ecco a voi il primo progetto: Crazy Marketing Network il primo network italiano di blogger che si occupano di comunicazione, marketing non convenzionale. Fondato da Leonardo De Nardis, Alex Badalic (aka AAACopywriter), Claudio Vaccaro (aka Clyde) e Camillo Di Tullio (aka Dr_Who) è cresciuto tanto in 6 mesi, contando circa 50 blog che trattano temi quali guerrilla marketing, social media marketing, buzz e viral maketing, word-of-mouth e tutto quello che rende il Marketing più Crazy e creativo che mai. Ora è online il sito Crazy-Marketing.it, che raccoglie tutti i contributi dei suoi Autori e dal web con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento italiano per il Marketing 2.0. Gustatevi il primo di una serie di video che ci mostreranno con ironia le differenze tra Marketing tradizionale e Marketing Non Convenzionale




Credits:
Agency: Socialware
Players: Filippo Giardina e Mauro Fratini (NonRassegnataStampa.it)
Director: Luca Mobilio

domenica 30 marzo 2008

Alixir incontra i Blogger. Chiaro sul Nero Barilla?

Avevo già parlato del temporary Store di Alixir. Tono a parlarne in quanto ieri 29 marzo sono stato invitato a partecipare ad una serata dedicata ai blogger, appunto presso il Temporary Alixir. Tema Alixir. Assieme a Luca Conti, Mauro Lupi, Lele Dainesi, Gabriele Paolillo, Marco Palazzo e Stefano Massimino, Mafe de Baggis, Simone Sbarbati e Ethel Margutti, Roberta Collina con Alex Giordano e Mirko Pallera e molti altri, ho trascorso una serata divisa in due parti. La prima ha visto lo staff Barilla responsabile del lancio di Alixir al completo: dal direttore marketing Eugenio Perrier, al Marketing Manager Emanuela Rovere, Pietro De Albertis product developer manager, fino a William Murray Hamm responsabile del pack. La domanda è: perché incontrare i blogger? Semplice: la nuova linea di prodotti Barilla ha creato tanto buzz - positivo e negativo – tanto che Eugenio Perrier ha voluto incontrare quota parte di chi il buzz (positivo e negativo) lo ha generato, per comprendere soprattutto quali fossero le cause di quello negativo. Al di là della condivisione delle dinamiche di produzione di prodotti a marchio Alixir (che personalmente reputo ben posizionate e di ausilio all’interno delle proprie abitudini di consumo) e dei controlli e protocolli sanitari che li supportano, la cosa che ho notato è l’atteggiamento 2.0 da parte del marketing di Barilla (nessuno escluso): presentarsi di persona per accreditare il proprio prodotto è innanzitutto un atto di umiltà, un atto di rispetto delle “voci dal basso”, e poi un forte segnale di apertura verso una nuova relationship. Personalmente ritengo che il management del brand Alixir, abbia tutte le potenzialità per portare il brand al successo, sia per l’accuratezza del prodotto, sia soprattutto per questo atteggiamento di apertura al confronto. Durante la conferenza, alla domanda sul perché Alixir non metta su un corporate blog per dialogare con i propri clienti, il direttore marketing ha risposto “ semplicemente perché non lo sappiamo fare”. Eugenio, ne sei proprio sicuro? Rifletti sulla serata, vedrai che troverai la risposta. La seconda parte della serata? Guardate le foto qui sotto postate su Pix-Yu!



Dr_Who

venerdì 28 marzo 2008

Interactive bar: iBar

Accadeva già a New York nel mese di gennaio: l’apertura di un interactive wine bar - all’interno del ristorante Adur – allestito con tecnologia Potion Design. Si replica oggi in UK con un iBar dotato di “banconi” intelligenti che interagiscono a seconda dei movimenti e della pressione esercitata su di essi. Non solo: possono essere scelti temi cromatici e grafici che si animano all’occorrenza. Nel caso dell’iBar se viene servita una bevanda naturale, al momento di versare il drink sul bancone appariranno fiori e, se lo si desidera, il frutto con cui è stato realizzato il drink. Diciamo che la tecnologia aiuta molto nel realizzare sistemi di engagement, ma il suggerimento che mi sento di dare è di non lasciare la tecnologia a sé stante, altrimenti – al di là dell’impatto – a lungo andare può non essere più così interessante.




Dr_Who

Fiat flagship store a Londra

Ecco un bell'esempio di interpretazione retail in ambito automotive: Fiat ha aperto a Londra il flagship dedicato alla propria 500. " The space is split over two floors. The first floor is the showroom with a handful of vehicles, a whole lot of shag pile carpet and a gift shop to boot. Here you can purchase pretty much anything for the Fiat enthusiast from cufflinks to handbags to miniature models that open up to become USB sticks. Yep, Team Fiat has thought of everything. Downstairs is a more minimalist white multi function space designed for corporate meetings, fashion shows and art and design exhibitions. This space currently features the 'Fiat Workpop 500' exhibition where prototypes of Fiat accessories that have been designed by 22 young product designers are on display. The public can vote for its favorites, and in a Survivor like contest, the winner's product will go into mass production and eventually on general sale. Where will you be able to purchase these you may be asking? In the gift shop of course. By Brendan McKnight (via)