sabato 17 marzo 2007

Trade marketing


Siamo alle solite. Cambio di management e considerazione che tutto quanto è stato fatto in passato (i numeri che dimostrano il contrario a cosa servono?) sia sbagliato.
"Consulenziare" in queste condizioni è veramente faticoso. Impossibile direi.
In una nota azienda italiana il cahnge management è all'ordine del giorno (mediamente ogni 6 mesi... assurdo) e quando va bene è possibile proseguire definiti percorsi.
Questa volta non siamo stati fortunati: dovremo faticare più del doppio per far capire e poi sperare che venga adottato un concetto molto semplice, ma molto efficace: l'interpretazione del pdv non quale punto di permanenza, ma quale luogo dove è possibile vivere delle esperienze relative al prodotto in cui tutti i sensi sono coinvolti. E' una cosa molto semplice da provare: basta entrare in un qualsiasi negozio Ikea e provare con il sedere la nuova sedia e la nuova poltrona che compongono il soggirno, con tanto di luci che si adeguano per migliorare l'impatto visivo e l'atmosfera, vedere con i propri occhi come sia possibile arredare e vivere in 34 mq etc. Mi chiedo: al posto di costosissimi corsi di outdoor training per cercare di costruire e cementare un mai condiviso spirito di squadra, non sia meglio per il management di questa azienda organizzare un giro all'Ikea?
Dr_Who

Nessun commento: