giovedì 26 aprile 2007

Fox Interactive e il successo dei media interattivi


Se il successo di un certo tipo di contenuto fosse determinato dalla rispettiva aura mediatica, allora si potrebbe pensare che il web – in particolare quella parte della rete fatta di comunità, applicazioni sociali e mondi virtuali – stia dominando la navigazione quotidiana di milioni di individui. La rete è quindi sempre più popolata, ma soprattutto vissuta, e si sta lentamente spogliando di alcuni stereotipi che la accompagnano fin dai primi tempi. Non è un caso che sia proprio la Fox Interactive ad aver commissionato uno studio sui contenuti in rete, da cui emerge che il porno sta perdendo il primato in favore dei social network.
PERSONE E MERCATO – L'obiettivo della ricerca in realtà va ben oltre la semplice classificazione dei contenuti «di tendenza», occupandosi soprattutto dei ricavi pubblicitari online. Il 70 per cento degli americani di età compresa tra i 15 e i 34 anni è attiva in rete e trascorre molto tempo sulle piattaforme di social network, MySpace in testa. La presenza online contribuisce alla visibilità e al posizionamento dell'azienda, risulta così importante esistere anche nelle comunità in cui il passaparola assume un ruolo sociale ed economico.
EFFETTO MOMENTUM – Marketing Evolution ha condotto la ricerca proprio su MySpace e ha coniato un termine per indicare gli effetti sul brand all'interno dei social network, definito così «momentum effect». Lo studio ha monitorato le comunicazioni all'interno della piattaforma, analizzando le marche e il modo in cui viene percepita dai consumatori. Dai risultati è emerso che il 40 per cento degli utenti – su un campione di circa 3 mila persone presenti all'interno della comunità – accede al sito ufficiale dei prodotti al fine di reperire maggiori informazioni; inoltre, quasi un terzo degli utenti ha ricevuto consigli online per effettuare i migliori acquisti. Secondo Marketing Evolution, una marca come Adidas deve il 70 per cento del proprio successo all'effetto momentum, al passaparola tra amici e non solo. Il sesso in rete sembra aver raggiunto l'apice della fortuna, affrontando un declino di immagine dovuto alla continua associazione tra porno e virus, come suggerisce l'Economist . Al contrario, i social network stanno assumendo una stabile identità: non sono più semplicemente delle piattaforme di successo, ma uno dei principali strumenti di comunicazione che viene utilizzato da un'ampia fetta di consumatori.
Marina Rossi (rif. corriere.it)
Dr_Who

Nessun commento: