mercoledì 23 maggio 2007

I dubbi su Second Life


Trasformo in Post una domanda che Crazy Marketing mi pone su Second Life chiedendo un mio parere. La trovo una buona piattaforma che si è evoluta nel tempo da semplice gioco on line a vera e propria Seconda vita con tanto di telegiornale. Purtroppo penso che stia entrando nella sua fase di maturità (è una mia sensazione); il fattore che mi suscita questo pensiero è sia il numero di iscritti a livello mondo (che non cresce più come prima, tranne in alcuni paesi) che non fa scopa con i cittadini assidui di SL, sia che vi è una certa proliferazione oramai palese di brand. La manifestazione Palese dei brand viene meno a forme Unconventionalm di approccio al mercato (meglio al cliente): se SL avesse mantenuto il suo spirito originario sarebbe cresciuta con un'alvea “elitaria”, una community nella quale si entra, ma ci sono regole precise. Una community con la sua personalità. Ecco, SL sta perdendo personalità e per questo, forse, è scontato trovarci aziende in modo Palese. Morris Gabetti (leggi il mio post al riguardo) secondo me ha interpretato al meglio le potenzialità di SL: studiare modi nuovi di vendere case e fornire nuovi servizi. Peccato che anche lui o meglio il suo brand si sia palesemente dichiarato. Ma SL ci insegna che è necessario cogliere la convergence culture contemporanea, dove ogni storia, marchio, relazione, proprietà intellettuale si muoverà sul maggior numero di piattaforme medianiche. E’ questa la vera opportunità.
Oltre a questi aspetti, il mondo virtuale, la terra di nessuno e di tutti a cui è possibile accedere con poco meno di 10 dollari, sta importando il peggio della vita reale.
Basta digitare Second Life su google e guardando randomicamente i vari link troviamo che su SL trovano ampio spazio prostituzione, droga, pedofilia. Verrebbe da dire “cose dell’altro mondo”, no: cose importate da questo mondo.
Dr_Who

1 commento:

VisionaryMarketing ha detto...

Pienamente d'accordo...
ho provato anche io a iscrivermi a SL ma ne sono rimasta totalmente delusa... più che una seconda vita sembra un duplicato della reale nella quale più che i pregi vengono riproposti i difetti...

All'inizio era una gran bella idea con un brillante futuro davanti a se... ora come ora non è altro che un social network in fase di decrescita perchè divenuto troppo popolare tra chi lo utilizza solo per sfruttarlo e guadagnarci e non più per poter conoscere gente con cui confrontarsi...

A presto!

Laura

P.S. Ho cercato il tuo collegamento tra MyBlogLog, ma non l ho trovato assolutamente...

Se ti potrebbe far piacere si potrebbe parlare un pò di più, ho letto il tuo profilo e mi interesserebbe davvero poterci scambiare anche semplici pareri...

Ciao e buona serata!