giovedì 10 maggio 2007

A long way


L'approccio di marketing non convenzionale ha ancora molta strada da percorrere, almeno in Italia. Vi è poca sensibilità da parte delle aziende e, purtroppo, anche da parte delle agenzie. Non tutte. Non in tutte le aziende. Ovvio.
In questa settimana ho avuto modo di confrontarmi sugli approcci di marketing non convenzionale (aspetti strategici) con varie agenzie, e l'aspetto che mi ha colpito è l'errata interpretazione che alcune di esse danno al marketing non convenzionale (purtroppo ho incontrato evidentemente quelle meno competenti in tal senso). Lo inquadrano cone "elemento accessorio" all'interno di campagne promo più o meno declinate. Viene completamente meno il vero aspetto del marketing non convenzionale: la sua valenza strategica, il suo immedesimarsi e plasmarsi all'interno di una completa e complessa strategia di presidio del cliente (direi troppo di marketing plan, per i motivi di cui sopra). Il Valore (scritto apposta con la maiuscola) della relationship non viene considerato, e nelle ipotesi migliori, minimizzato. Il percorso è lungo e complesso, ma vale la pena percorrerlo reinterpretando il concetto di innovazione che tanto si dice ma poco si pratica.
Dr_Who

Nessun commento: