giovedì 31 maggio 2007

Second Life: quale il futuro per le aziende


Ho letto in rete alcuni articoli riguardo Second Life (Mario Gerosa), soprattutto sull’utlilità che le aziende possono avere da una loro presenza nel mondo virtuale. Quello che emerge è, vuoi per l’effetto Buzz sull’argomento, una gran corsa da parte delle aziende ad essere “la prima azienda” di un determinato settore merceologico ad essere presente su Second Life. Bene? Male? Non so. Quel che vedo è che a valle della presenza, possibilmente in termini di “prima azienda del..” non accade più nulla di significativo da parte dell’azienda in termini di pianificazione della sua presenza nel mondo virtuale. SL - nel bene e nel male - è la piattaforma più Buzzettata: appunto per questo una strategia di approccio più profonda sarebbe richiesta. Utilizzare SL solo quale piattaforma per un semplice ritorno di immagine (quale se non la si gestisce?) rischia di trasformare le aziende in semplici hobbysti della piattaforma, perché prive di contenuto. La chiamo piattaforma e non gioco, perché è con questa accezione che SL andrebbe approcciata. Una piattaforma dalle grandi potenzialità, ancora inespresse, perché anch’essa deve evolversi: se sei in SL non necessariamente sei rintracciabile: se sei conosciuto in termini di aka bene, altrimenti è come non esserci. Come afferma Gerosa, sarebbe auspicabile creare un motore di ricerca più raffinato, che possa addirittura contemplare e calibrare le preferenze dell’utente. Se questo è lo “status quo” di SL, le aziende devono necessariamente ripensare il modello d’approccio per poterne trarre ad oggi i vantaggi, seppur limitati, in termini di gusti e tendenze affiancando queste informazioni ad elementi più quantitativi di una classica ricerca di mercato.

Dr_Who

3 commenti:

Leonardo de Nardis ha detto...

Ciao Doctor, sono pienamente d'accordo con te. Bisogna dire che fino ad ora l'effetto buzz ha fatto da padrone a Second Life, e bisogna anche dire la presenza dei brand all'interno di SL non sono ben gradite dagli utenti. Ma soprattutto chi vorrebbe mai su SL la presenza delle Aziende! Se devo dire la mia opinione non è una buona idea, in fin dei conti se gli utenti non gradiscono i brand allora perchè inserirsi per forza? Non è che si sta andando nella direzione sbagliata? Sarebbe meglio trovare altri mezzi da promuovere e utilizzare, magari più idonei e UTILI per lo stesso utente, perchè realmente a chi serve la pubblicità su SL? a NESSUNO e solo un richiamo, invasivo e poco innovativo (sempre a mio parere!).
Lascio a voi il "palla".

Leonardo de Nardis ha detto...

scusate... la "palla".

Dr_Who ha detto...

Quotissimo: riprendo quanto affermato alcuni post fa; esserci senza essere visti.
Dr_Who