mercoledì 6 giugno 2007

Sony Pictures Releasing Italia per "Hostel Part II"


Particolari attenzioni sono rivolte ai clienti di questa nuova beauty farm Body'scare, che ha scelto il web quale piattaforma per proporsi al mercato...sarà vero
Visitare per credere.
E' di Saatchi & Saatchi Vision, la divisione interactive di Saatchi & Saatchi, la nuova campagna virale per il lancio sul web di "Hostel part II", il secondo episodio della saga pulp-horror di Eli Roth, presentata da Quentin Tarantino e nelle sale a partire dal 22 giugno.
Obiettivo della campagna, realizzata per Sony Pictures Releasing Italia, è quello di attirare gli utenti verso una finta beauy farm. "L'esperienza della beauty farm - commenta Cristina Spinelli, Digital Marketing Coordinator di Sony Pictures Releasing Italia - riesce a trasmettere con pochi ma impattanti elementi questo aspetto del film. E' sicuramente un buon preludio all'esperienza in sala". (via)
Molto vero quello che afferma Cristina Spinelli: entrando nella farm e clikkando su uno qualsiasi dei servizi proposti, non cambia solo l'atmosfera, ma anche i messaggi di copy e body copy. Un teaser realizzato con creatività e intelligenza. Ne vedremo delle belle.

Dr_Who

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Iniziativa sicuramente molto interessante, bisongna vedere però come, quanto e quale traffico riescono a generare al sito

Dr_Who ha detto...

Più che traffico generato al sito, vedrei il numero di biglietti staccati "over all" per l'ingresso nelle sale cinematografiche se è superiore ad determinato trend. E' quella la vera redemption dell'iniziativa.

Anonimo ha detto...

già, ma questa iniziativa non sarà costata poco, e se se il sito fa pochi accessi anche se al botteghino il film ha successo forse chi si è occupato della strategia mktg deve farsi qualche domanda, non credi?
Come il blog che avevano fatto qualche tempo fa per un 'altro film su un noto sito di moda italiano, 30 commenti in un mese... a volte mi sembra che i resp mktg si lascino trascinare più dalle tendenze del momento che dai loro reali obiettivi (v. Second Life, blog ecc...)

Dr_Who ha detto...

Non so quanto sarà costata: se l'iniziativa è solo sul web, magari l'investimento non è stato così oneroso. Bisogna vedere se sono state messe su delle metriche di controllo per misurare tutta l'operazione.