sabato 29 settembre 2007

ComTest a Vicenza il prossimo 5 ottobre



Il Club del Marketing e della Comunicazione associazione che ha iscritti, su tutto il territorio nazionale, circa 10.000 manager di marketing o comunicazione di agenzie e/o aziende italiane ed internazionali, la cui mission è “Connecting manager” ed il principio ispiratore “Agire è bene, interagire è meglio!”, in collaborazione con Mediawatch, CDVM, Club Comunicazione d’Impresa ed Assodigitale, durante Inprinting, grande evento fieristico dedicato alla comunicazione cartacea e visiva organizza Venerdì 5 ottobre dalle ore 15,00 alle ore 18,00: COM TEST una tavola rotonda, coordinata da Danilo Arlenghi Presidente Nazionale Club, e moderata da Andrea De Modena di Promotion Magazine, durante la quale, in un acceso dibattito su una attualissima tematica, alcuni manager di elevato spessore professionale e personalità autorevoli del comparto tra i quali: Enrica Fortunati di Intel, Daniele Rosa di Bayer, Danilo Preto di Sisa, Gabriella Moretti di HP, Paolo Carnevale Barbaglia di IBM, Gianluca Toniolo di Gruppo Zucchi Bassetti, Camillo Di Tullio di Tim Italia e Ezio Chiodini di Banca Popolare di Milano , alla presenza di circa 400 colleghi, metteranno a confronto le due scuole di pensiero che da tempo dividono la business e marcom community: quella che sostiene la pertinenza pragmatica ed ancora attiva efficacia dell’utilizzo di strategie e tattiche di comunicazione e marketing tradizionali e quella che supporta la sopravvenuta necessità, l’efficienza e la funzionalità di altrettanti iniziative, azioni e tecniche di comunicazione e marketing non convenzionali che cavalcano la sociologia del momento.
Supporti video, case history e speech ad alto contenuto valoriale fotograferanno le tematiche e tracceranno le prossime tendenze segnalando il marketing e la comunicazione aziendale italiana di nuovo conio un test per sondare le due contrapposte realtà (“tradizione Vs. innovazione”, “convenzionale Vs. alternativo”) e, quindi, per verificare quale tra le due opzioni è più efficace in termini di risultati economici commerciali, promozionali e/o d’immagine. Un contest vero e proprio ( una disputa sia concettuale sia sostanziale ) per ottenere sinergicamente il massimo dei ritorni da entrambe oppure constatare il declino di una delle due e l’affermarsi dell’altra.

L'evento è a partecipazione gratuita previa conferma anche per i propri ospiti

Con il contributo di: SISA – BAYER – HP - UNIPOSTA – RICOH IBM - PARTY ROUND - PAPRIKA - ENTERPRISE COMMUNICATION - AMMIRO PARTNERS – DALE CARNEGIE ITALIA - BRAIN EMOTION – DIESIS - GRUPPO PRC – HRD TRAINING GROUP – ICT SOLUTION - L'IPPOGRIFO - KODAK
Interverrà come Opinionista Andrea De Modena di Promotion Magazine


ELENCO RELATORI confermati:

MARCOM TRADIZIONALE Daniele Rosa (Bayer Italia) Direttore comunicazione globale Danilo Preto (Sisa - supermercati) Resp. Comunicazione e Marketing Ezio Chiodini – (Banca Popolare Milano) Direttore Comunicazione, Stampa e Rel Esterne Nicola Muraro - (Selecta) Presidente
Gianluca Toniolo – (Gruppo Zucchi Bassetti) Direttore commerciale e marketing Alessandro Ferrari – Dir. Comm. Pucci- Amm Del. Fulltech-Xquà-Bright
Paolo Duranti – Managing Director – Nielsen Media Research
MARCOM NON CONVENZIONALE
Paolo Carnevale Baraglia (IBM) - Manager of integrated marketing communications
Enrica Fortunati (Intel Italia) Direttore Mktg e Comunicazione
Camillo Di Tullio (dott. Who – blog professionale sull’unconventional mar-com)
Giampiero Pelle (Ammiro partners) Titolare Michele Ficara ( Assodigitale) Presidente Giulio Valiante (Mytv) Presidente
Alex Giordano (Ninjamarketing) Partner & Strategic Planner
PROGAMMA EVENTO

Ore 15.00 – accredito visitatori
Ore 15.30 – inizio lavori
Ore 17.15 – conclusione tavola rotonda
Ore 17,20 – formazione professionale a cura di Dale Carnegie Italia sul tema:
“Le relazioni umane e professionali dal one to one al one to each”



Per info e conferme:
Sabina Rosa
Segretario generale Club
Tel 02 2610052info@clubdelmarketingedellacomunicazione.com

venerdì 28 settembre 2007

Street marketing Wrangler a Parigi

Wrangler invade Parigi con una nuova operazione di street marketing: sessanta manichini, con indosso i capi firmati dalla storica marca di jeans, danno vita ad un’autentica street performance visiva nello spazio antistante l’annuale fashion show Who’s Next.
È Tribeca a firmare l’intera operazione. (via)

Dr_Who

Ci siamo rifatti il trucco



Dopo 172 post DR_WHO si rifà un pò il maquillage.
Abbandoniamo (per ora) lo stile minimale del pallido grigio presente nella precedente versione, e ci diamo un tocco di colore.
Vi piace?
Dr_Who

Oxydo su zooppa


Da ieri Oxydo si lancia in una nuova avventura: il suo primo concorso online, indetto sul sito http://www.zooppa.com/ e rivolto a tutti i giovani creativi. Zooppa.com è un’innovativa p i a t t a f o r m a
virtuale, nata lo scorso marzo dall’idea di offrire alle aziende
uno spazio on-line per le proprie campagne pubblicitarie, create attraverso contenuti realizzati dagli utenti. Ed è proprio su questo sito che OXYDO lancia un entusiasmante contest per il nuovo
posizionamento del marchio: dal 27 settembre al 6 novembre gli utenti di internet potranno partecipare al concorso proponendo le loro idee per la nuova comunicazione OXYDO. Si potrà scaricare dal sito tutto il materiale necessario, conoscere il
mood della collezione e scoprire il brief della competition: i “concorrenti” dovranno soltanto scatenare la loro creatività per inviare video, elaborazioni grafiche, sceneggiature o semplici idee per dare vita alla nuova campagna. E per i vincitori: numerosi premi, tutti da scoprire su http://www.zooppa.com/! Con “zooppa.com” l’advertising di OXYDO diventa ‘social’: il mondo dell’occhiale per primo nella nuova dimensione di pubblicità ‘user generated’. (via)

Dr_Who

giovedì 27 settembre 2007

Confucio e il Marketing



Dimmi e dimenticherò, mostrami e forse ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. In questa frase di Confucio si racchiude l’evoluzione della relazione tra l’azienda e il proprio cliente: Advertising, Event marketing, Engagement. Confucio ci ricorda come l’esperienza sia fondamentale. Aggiungo che è fondamentale non l’esperienza in sé, ma l’esperienza con il prodotto o meglio con quel prodotto. L’engagement – che sfrutta il momento dell’esperienza quale leva principale – determina impressioni più forti, atteggiamenti più positivi e maggiori propensioni all’acquisto declinando il paradigma SENTO, PENSO, AGISCO e non penso, sento agisco. Come sviluppare un forte engagement? Bernd Schmitt (co fondatore e CEO di Ex Group) ritiene che siano necessarie 5 fasi. Primo: l’analisi del mondo del cliente. Qui rientrano tutti gli elementi dell’experience. Secondo: la costruzione della piattaforma esperienziale, che porta ad una descrizione dinamica e multisensoriale dell’esperienza (engagement). Terzo: la progettazione dell’esperienza di marca (come declinare l’engagement). Quarto: struttura della relazione con il cliente (tono di voce dell’engagement). Quinto: innovazione continua.
Il consumo, quindi, come esperienza completa in cui le “emozioni” ricoprono il ruolo fondamentale. Il nuovo marketing?
Dr_Who

Blyk, i giovani e le telefonate (quasi) gratuite

È ARRIVATO stamattina il primo operatore mobile gratuito al mondo: permette di telefonare e mandare messaggi senza alcun costo. È Blyk, per ora funziona in Gran Bretagna soltanto, ma conta di estendersi ad altri Paesi europei nei prossimi mesi grazie ad accordi con gestori mobili locali. Il tutto si regge sulla pubblicità: l'utente di Blyk può mandare gratis, ogni mese, 217 messaggi e fare 43 minuti di chiamate nazionali; in cambio accetta di ricevere fino a sei messaggi multimediali al giorni pieni di pubblicità, dai vari sponsor. E già diverse multinazionali hanno annunciato la disponibilità a sponsorizzare il servizio. Il traffico eccedente dal tetto di minuti e messaggi gratis va acquistato a parte, com'è ovvio: viene scalato dal credito prepagato dell'utente. Blyk è un operatore molto particolare anche perché si rivolge esclusivamente a utenti tra i 16 e i 24 anni (un target giovanile: ecco perché sono così numerosi i messaggi gratis). Bisogna essere in questo ambito d'età, quindi, per attivare una sim di Blyk, che per il resto funziona come i comuni operatori mobili: su tutti i cellulari, ovunque ci sia rete Gsm. Blyk si appoggia a quella di Orange nel Regno Unito, essendo un operatore mobile virtuale- un tipo di gestore molto diffuso in Gran Bretagna . Se Blyk si accorderà con un operatore mobile italiano, potrà arrivare anche da noi (via)
Chissà che seguano la strada che Virgini anni fa intraprese?

Dr_Who

martedì 25 settembre 2007

118 projec't

il numero dei pompieri in svizzera è il 118. Purtroppo, sempre in svizzera, hanno lanciato un servizio informativo che risponde al numero di telefono 18. Gli errori nel digitare il numero del servizio informazioni hanno mandato in tilt i centralini dei vigili del fuoco, che si sono visti richiedere le più disparate informaioni. Come rimediare? Semplicemente in modo unconventionalm: un video rap che raccomanda agli utenti di comporre il numero esatto sul proprio telefono!

Dr_Who

Gesù lava più bianco

Anni fa ho letto il simpatico libriccino di Bruno Ballardini, trovandolo oltre che divertente, anche maledettamente interessante. A distanza di tempo vengo a conoscenza con piacere di un approccio unconventionalm proprio da parte della Chiesa. Vediamo come.

Problema: Attirare più anime in parrocchia

Soluzione: utilizzare le strategie del Marketing
Quasi da non credere, ma è accaduto realmente a Middletown, nello stato americano del Delawere, dove il pastore Thomas Ward della piccola parrocchia di Estpoint ha scelto di ricorrere alla “bibbia profana” di Kotler (Guru del Marketing) come supporto dell’evangelizzazione. I risultati sono stati più che degni di un vero Manager, in un anno le presenze alle varie celebrazioni sono aumentate del 277% e la Brand Awarness (ovvero la notorietà) della chiesetta ha oltrepassato l’Oceano fino a noi europei. Ma vediamo nello specifico quali sono state le scelte strategiche del parroco-manager:
1- Sicuramente l’ottimo equilibrio tra Strategie Marketing online e offline, partite con budget risicati, ma sono servite prima a richiamare i fedeli alla messa della domenica, sempre deserta, poi a dare contenuti interessanti.
2- Accordo con un concessionario locale per l’affitto di un cartellone pubblicitario sulla statale per Middletown.
3- Scelta di una Campagna creativa seguita e realizzata da una piccola agenzia ma ideata da padre Thomas: un telecomando con la frase “Prima di non frequentare la chiesa…” .
4- Tale Campagna è servita per stampare 50.000 cartoline che il pastore ha inviato ai residenti della zona, invitando a visitare il sito web della parrocchia.
5- Padre Thomas ha giocato tutta la Comunicazione online su slogan efficaci, proponendo l’immagine della strada e del viaggio da percorrere insieme.
6- Ha creato un Blog per i fedeli


7- Propone Podcast dei sermoni da scaricare dal sito con Pdf e Mp3, per avvicinarsi a tutte le persone che hanno poco tempo per frequentare la Chiesa
8- Ha una Bacheca delle Preghiere (Prayer Wall - il muro del fedele)
9- Ha un Forum delle Benedizioni (Blessing Wall - il muro delle Benedizioni)
10- Ha pubblicato online i suoi commenti al Codice da Vinci
In sintesi, il sito della piccola parrocchia è diventato un luogo di scambio, di aggregazione e di interesse reale, con un traffico che cresce di mese in mese.



LO SCOPO DI TUTTO QUESTO? Padre Thomas ha ribadito: “Il nostro scopo non è la raccolta di fondi per la chiesa, ma la partecipazione attiva e la condivisione tra i fedeli. Non c’è più spazio per la comunicazione tradizionale, per questo abbiamo fatto leva sulle nuove tecniche, a cominciare dalle e-mail con il calendario delle liturgie fino ai Pdf. Le critiche non sono mancate, ma i risultati ci stanno dando ragione”.
Ovviamente sono arrivate anche le offerte e, da perfetto imprenditore, padre Thomas ha già pensato di rinvestire il tutto costruendo una chiesa più grande in grado di accogliere anche i fedeli delle vicine contee. (via)

Dr_Who

No.l.ita contro l'anoressia


C’è la mano di Oliviero Toscani e la presa di coscienza, da parte di una modella anoressica, della propria condizione di malata, dietro la foto, già definita da «pugno nello stomaco», della magrissima giovane francese Isabelle Caro, che da oggi appare sui giornali e sui manifesti affissi nelle maggiori città. Il suo corpo, di soli 31 chili, è stato scelto come testimonial per la campagna pubblicitaria, accompagnata dallo slogan «No anoressia», della casa di moda Nolita, del gruppo Flash&Partners. La donna, completamente nuda, ha deciso di accettare di mostrarsi «perchè la gente sappia e veda davvero, a che cosa può portare l’anoressia». Una campagna che ha già suscitato diverse reazioni e che ha ricevuto l’approvazione del ministro della Salute Livia Turco, che ha dichiarato di apprezzarne sia i contenuti che le modalità di realizzazione. (via)
Dr_Who

Leerdammer rilancia il formaggio


Una dele attività di marketing più elementari è la variazione di un nuovo formato di prodotto. In breve il prodotto resta lo stesso, ma nella forma si cerca di intercettarne nuove esigenze e soddisfare specifiche modalità di consumo. Ad esempio il parmigiano: poco pratico conservare l'intera forma in frigo. Si passa allora ai tranci più piccoli. Ma si può grattigiare: ed eccolo in comode vaschette o bustine pronte all'uso. E l'aperitivo? Eccolo in bella mostra in piccole scaglie. Inoltre il marketing del formato risponde all'esigenza di una costante "manutenzione" della marca, dimostrando vitalità di un brand. In questa direzione Leerdammer ha lanciato il suo carpaccio: 125 gr di formaggio svizzero tagliatto in sottilissime fette da 6 decimi di millimetro. Una modalità di servizio e di consumo che coniuga il concetto di carpaccio a differenti momenti del pasto. (via Il Mondo)
Dr_Who

giovedì 20 settembre 2007

Abarth è on line con il suo blog ufficiale


nasce il Blog dello Scorpione. Online su www.abarth.it/blog il primo e unico blog ufficiale di Abarth sarà la voce dell’azienda
e delle persone che ci lavorano: piloti, ingegneri, designer, meccanici accomunati dalla grande passione per il mondo delle auto, dell’elaborazione, delle corse e, soprattutto, per Abarth.
“Sarà il luogo dove Abarth si mette in gioco in primo piano, come azienda dinamica, aperta e partecipativa, per dirla in altri termini la Abarth 2.0.” scrive Luca De Meo, CEO Abarth & C. SpA., nel post di apertura del blog. Attraverso articoli, interviste e podcast, gallery di immagini e video, anticipazioni e bozzetti in anteprima web, il blog racconterà tutto sul brand, le vetture,
i kit di elaborazioni, il mondo del racing, gli eventi e molto altro ancora. Tramite la sottoscrizione dei Feed RSS e la possibilità di ricevere i post via email, gli utenti potranno seguire in tempo reale tutti gli aggiornamenti e le novità. Inoltre, potranno partecipare intervenendo in prima persona con commenti ai post e, in futuro, contribuendo con l’invio di materiale multimediale. Tutti i messaggi degli utenti saranno pubblicati, a conferma non solo della natura democratica del blog, ma della volontà dell’azienda di massima trasparenza e condivisione.

Nell'ultima frase, si riassume la vera mission di un blog aziendale: volontà di trasparenza e condivisione. Bene lo sanno i manager di AIA che sapendo ascoltare bene il buzz, hanno creato una interessante sub-brand.

Dr_Who

mercoledì 19 settembre 2007

BzzERS


"Il passaparola, in inglese word of mouth, è uno scambio diretto di informazioni tra due o più persone. Quando il passaparola si diffonde tra molte persone si crea un brusìo, in inglese buzz." Su queste fondamenta è appena nato in italia BZZERS la prima community italiana di "passaparola". Bzzers è un nuovo social network di consumatori consapevoli e attivi che vogliono essere informati ed informare senza intermediari.
Bzzers è pensato come un gioco di ruolo: guadagna punti, cresci di livello e partecipa a campagne sempre più prestigiose.
La risposta italiana a Buzzbox?
Dr_Who

Crazy Marketing Network

DR_WHO partecipa al Crazy Marketing Network network degli autori di marketing e comunicazione: marketer, copywriter, studenti di scienze della comunicazione e che più in generale si interessano al Marketing.
Va sottolineato che nessuno dei blogger appartenente al network scrive a scopo di lucro. Tutti i blog del network sono no profit.

Dr_Who

martedì 18 settembre 2007

How to sell a soap

Viral activities

Caccia al navigator


A partire dal 16 di settembre si aprono le iscrizioni online (www.caccialnavigator.it) per partecipare a “Caccia al Navigator”, la caccia al tesoro più connessa di Italia: Milano, Roma e Napoli, più unite che mai nel risolvere gli enigmi che portano al tesoro. Le 60 squadre che passeranno le selezioni online, il 13 ottobre si sfideranno tra le vie del centro in un’appassionante ricerca di indizi e percorsi, risolvendo problemi intriganti e divertenti, ma soprattutto, interagendo con le squadre delle altre città. Partecipare alla selezione così come alla “Caccia al Navigator” permetterà di vincere moltissimi premi e, al contempo, di apprezzare le bellezze della città. Durante tutto il periodo delle selezioni delle squadre, Nokia Italia lancia una campagna di raccolta multimarca di telefoni cellulari e accessori presso i Nokia Point delle tre città interessate. La raccolta ha il preciso obiettivo di favorire il riciclo e un corretto smaltimento dei dispositivi elettronici. Per ogni telefono o accessorio raccolti, Nokia regalerà immediatamente a chi lo consegnerà una piccola pianta grassa, simbolo di questa iniziativa. Inoltre, Nokia Italia, attraverso “Caccia al Navigator” sosterrà la tredicesima edizione di “La festa dell’albero”, manifestazione nazionale organizzata da Legambiente che ha l'obiettivo di supportare il progetto “1 milione di alberi per Kyoto”. Il 21 Novembre, a Milano, Roma e Napoli, Nokia aderendo all’iniziativa di Legambiente regalerà 3.000 piante di alloro e “il manuale dell’albero”, con l’obiettivo di stimolare un comportamento più “ecologico” nei cittadini. (via)
Dr_Who

Playboy va al college

La Rete fatta dagli utenti ha rivoluzionato anche ilmondo del porno. Dove esplodono i siti di social network a luci rosse. Perchè? Le persone non vogliono più guardare l'eros in Rete: vogliono esserne protagoniste. Arriva, perciò, la comunità virtuale targata Playboy. Il coniglietto più famoso del mondo lancia la sfida a MySpece e facebook e dà il via ad un proprio social network riservato esclusivamente almondo dei college. Si chiama "Playboy U" la Rete destinata ad accogliere profili personali, blog, video e forum degli studenti. Una piazza virtuale per celebrare l avita nei campus USA che - fedele alla filosofia di Hugh Hefner - punta molto sul binomio sesso e divertimento. ARE YOU IN? è la domanda che campeggia sotto la scheda d'iscrizione. (da L'Espresso 20 sett. 2007)

Dr_Who

lunedì 17 settembre 2007

Quelli dell'accappatoio



Arcano svelato: le ragazze in accappatoio che qualche settimana fa si aggiravano per le strade di Milano, esortando gli automobilisti a “passare alle due ruote” per non subire lo stress da rientro, erano un’esca pubblicitaria. dietro questa operazione di guerrilla marketing c’era la Peugeot Motocycles. Che, per promuovere il suo nuovo scooter di grossa cilindrata, ha boicottato gli strumenti tradizionali, optando per la sorpresa e l’inconsueto. Ad ammetterlo è stato lo stesso direttore generale della Peugeot Motocycles Italia, Giancarlo Oranges. Raggiunto per telefono, ha commentato: “E’ stata un’idea vincente, che ci ha permesso di ottenere visibilità a costi contenuti e soprattutto in maniera del tutto innovativa”. “Il nostro intento-continua Oranges- era quello di portare in strada, nel suo luogo naturale, il prodotto che volevamo lanciare, lo scooter Geopolis 400 cc per farlo conoscere alla gente in maniera nuova e spiazzante”. Scopo raggiunto, stando alle segnalazioni degli “avvistamenti” e all’eco suscitata sui blog di marketing e sulle community di appassionati. L’obiettivo è quello di colpire il target di riferimento, giovani adulti di classe medio-alta, comunicando la sensazione di benessere e libertà che le ragazze hanno rappresentato con la loro “protesta”. “Nel comparto motocycles la Peugeot occupa il 3% della quota di mercato, il 5% nel settore “ruota alta”, di cui fa parte Geopolis- puntualizza il direttore generale- ma siamo in forte progressione e risultati come questo ci fanno ben sperare in un ulteriore incremento nei prossimi mesi”. (Rossella Ivone via)

Dr_Who

mercoledì 12 settembre 2007

Come smettere di fumare


Partirà il 18 settembre e proseguirà fino alla fine di novembre la campagna di sensibilizzazione“IOSMETTOCOSI’ Tra una sigaretta
e l’altra può passare una vita”, lanciatada Pfizer in concomitanza con
l’ingresso sul mercato italiano di vareniclina (Champix®, Pfizer), il
nuovo farmaco su prescrizione medica contro la dipendenza da fumo. La campagna che toccherà le principali città italiane prevede un’attività di guerrilla marketing, un’iniziativa di informazione e sensibilizzazione
in una selezione di centri fitness e benessere, approfondimenti tematici attraverso mini spot informativi ed educativi trasmessi nelle metropolitane di Milano, Roma e nei più importanti aeroporti nazionali. (via)

Dr_Who

sabato 8 settembre 2007

venerdì 7 settembre 2007

This Bulb: le star di Holliwood dal cuore "eco"

Tra i divi scesi in campo a favore dell'ambiente c'è anche Natalie Portman. L'attrice di Guerre Stellari è diventata testimnial di National Geographic per convincere gli americani ad adottare le nuove lampadine a basso consumo. Su YouTube il video.

Dr_Who

"Scegli tu" per la campagna Sesso Sicuro

La Sigo - Società italiana ginecologia e ostetricia - per lanciare la campagna "Sesso Sicuro" ha scelto internet, ed in particolare YouTube, il canale dei giovani per antonomasia. Con un video intitolato "Scegli tu", i ragazzi intervistati per le strade di Rimini, Viareggio e Marina di ravenna dicono la loro sugli anticoncezionali considerati più affidabili.

Dr_Who

giovedì 6 settembre 2007

Guerrilla in accappatoio

Cosa si nasconda dietro questa operazione di guerrilla marketing, ancora non è dato saperlo. Di certo però ha fatto parlare di sé gli automobilisti milanesi. Che i primi giorni dopo il rientro dalle ferie, ingorgati nel traffico cittadino, mentre erano fermi nei punti nevralgici della città, da corso Buenos Aires a piazza san Babila, da via Manzoni a corso Como, si sono visti davanti alcune avvenenti ragazze in accappatoio.
Il loro intento, quello di “risvegliare i sensi” dei cittadini e convincerli a lasciare a casa l’auto al motto di "“Per un mondo più pulito, passa alle due ruote”.. I più, increduli, dopo aver visto le modelle in accappatoio che in coppia bussavano ai finestrini delle loro auto, non hanno perso tempo: alla faccia di ogni polemica sui lavavetri, hanno ascoltato in religioso silenzio i motivi della loro “protesta”.
Staremo a vedere.
Dr_Who

martedì 4 settembre 2007

Advertising tra le nuvole

Pensare in modo UnconventionalM significa interpretare in modo creativo il mondo che ci circonda. In maniera banale possono essere considerati "new media" tutti quei "luoghi" dove "naturalmente" l'occhio si posa. L'ultima novità? I tavolini degli aerei. Rossella Ivone (via) ci informa della novità. Catturare l’attenzione dei consumatori con la sorpresa, in un momento i cui gli stimoli esterni sono ridotti al minimo: le tecniche del marketing si evolvono. E ai media tradizionali adesso sostituiscono strumenti più mirati, in grado di colpire il target di riferimento con un forte ritorno in termini di immagine e di brand awarness.Lo sa bene Ryanair, che ha dato vita a una innovativa quanto strategica forma di advertising a bordo dei suoi 239 Boeing. Mezzo utilizzato, i tavolinetti reclinabili posizionati davanti a ogni sedile: su ognuno è stato infatti creato uno spazio dove -mentre sono chiusi- possono essere incollati sticker pubblicitari. Impossibile, per viaggiatori, non notarli, vista la vicinanza e la totale assenza di altre forme di pubblicitarie. Così, dopo i tovaglioli sponsorizzati e i poggiatesta brandizzati, anche i tavoli degli aerei si sono trasformati in un’esca nelle mani dei pubblicitari. Con risultati soddisfacenti, almeno stando ai loro commenti. “Sono tanti i brand che possono avere un’audience migliore su un aereo che su media classici- sostiene Ben Cunningham, media planner dell’agenzia londinese Vizeum- e noi stiamo propendendo ai client di investire su questo nuovo strumento”.Una teoria condivisa appieno da Ryaniair. “La durata di un volo in media è di 40 minuti- afferma Peter Sherrard, responsabile della comunicazione del vettore low coast più importante d’Europa-e inevitabilmente i passeggeri interagiscono con i tavolini, sia perché durante la crociera li aprono di frequente, sia perché sono posizionati a distanza di pochi centimetri dalla loro poltrona e non hanno nulla intorno a distrarli. Il nostro è un utilizzo nuovo della pubblicità, rivolto a un target ben definito, strategico per le imprese”.Un target definito, certo, ma in continua espansione: dai 42 milioni di passeggeri dello scorso anno, Ryanair spera di superare il 70 milioni nel giro dei prossimi cinque anni. Con un’ uteriore crescita in termini di pubblico e visibilità. “Abbiamo già utilizzato i tavolini pubblicitari con una compagnia tedesca, la Germanwings- puntualizza Dominic Stead, Ceo di Inviseo, l’agenzia che cura la pubblicità a bordo degli aeri Ryanair- e si sono dimostrati un media su cui investire con budget ridotti (per ogni tavolinetto la spesa necessaria è di 0,50 euro) e di grande efficacia. Secondo alcuni calcoli, le revenue generate investendo per un anno intero su 137 aerei Ryanair si attesterebbero intorno ai 6,5 milioni di euro. A questo punto resta da chiedersi quail siano i reali vantaggi per iI viaggiatori che devono sorbirsi la pubblictà anche in volo. (via). Aggiungo io: probabilmente per gestire questo interrogativo, sarebbe necessario creare engagement (sento, penso, agisco) nei confronti del passeggero. Il contatto risulterebbe probabilmente meno invasivo e più gradevole.

Dr_Who

lunedì 3 settembre 2007

Parking Stripe sbarca in Italia

era il 19 aprile 2007 quando parlavo del parking stripe. Bene, Parking stripe è sbarcato in italia.
L'innovativo mezzo di comunicazione, che ha raccolto enormi successi in termini di gradimento
e che ha ottenuto ottimi risultati per le aziende che l'hanno utilizzato, è ora a disposizione del mercato Italia. Parking Stripe è un servizio di comunicazione che prevede l'uso delle strisce di parcheggio per veicolare messaggi pubblicitari.

Vedremo in Italia come si muoveranno gli amici di Parking Stripe.
Dr_Who

Verso il WnRM: la digital collaboration



Due aziende europee su tre cercano assistenza al fine di fornire una migliore collaborazione ed ottenere metodi di lavoro più efficaci a livello globale. Ricerca aziendale e workspace virtuali sono stati ritenuti daI top management come le tecnologie chiave per raggiungere questo risultato. E’ quanto emerge da uno studio condotto da Coleman Parkes Research per conto di Avanade, società di consulenza IT. Nella ricerca di un approccio olistico alla digital collaboration, il 67% delle aziende coinvolte ha espresso il desiderio di voler lavorare con un partner, al fine di poter fornire soluzioni che siano in grado di mettere in contatto persone con altre persone e persone con informazioni in maniera più efficiente. La maggior parte delle imprese possiede già sistemi di email, video conferenze, Intranet ed Extranet; ma è l’implementazione di workspace condivisi, della ricerca aziendale e di una comunicazione IP-based totalmente integrata – attraverso la combinazione di email, voce e testo con le tecnologie già in uso – l’ambito dove viene richiesto un supporto. (via). La ricerca mostra una chiara presa coscienza da parte delle aziende che la via dell'interazione è quella da seguire. Primi vagiti di un approccio WnRM?
Dr_Who

sabato 1 settembre 2007

Buzzbox


Buon fine ferie a tous! Mi scrive Karine Arneodo e mi informa di una interessante iniziativa che vuole cavalcare il cosiddetto "buzz". L'agenzia NouveauJour propone Buzzbox un sito web che si propone di interpretare il fenomeno del buzzing semplicemente "fertilizzandolo". Come? permettere di scoprire in anteprima delle operazioni di marketing originali e nuovi prodotti. Funzionerà? Vedremo. Per il momento curiosiamo.
Dr_Who