martedì 27 novembre 2007

ABC: una questione di alfabetizzazione

Non c'è rimasto poi mica tanto. Il tempo stringe. A essere messe in guardia sono soprattutto le aziende. Perché un fenomeno nuovo cambierà per sempre la natura del target. E’ la scolarizzazione di massa, uno tsunami che livella verso l’alto. Come sottolineato da Remo Lucchi, amministratore delegato Eurisko, ai microfoni di youmark, la rivoluzione è appena iniziata. Ma quando i quattordicenni di oggi saranno ‘genitori’, la massa come tradizionalmente intesa non avrà più senso. In parole povere, nessuno pensi che quanto oggi è riservato alle elite dei cosidetti innovatori, lo sarà anche domani. Ci sarà un nuovo consumatore. Che si accompagna a una fruizione media sempre più multitasking, in cui diminuiscono i tempi di esposizione a ogni singolo mezzo, facendo esplodere ovunque il trend della ‘nano share’. (rif. youMark). A conferma di ciò (via), IAB ITALIA si è posto un obiettivo molto ambizioso: il raggiungimento di una quota del 10% degli investimenti pubblicitari sui media digitali entro il 2010. Per arrivare a questo, non è sufficiente dimostrare al mercato che i media digitali sono assolutamente performanti se utilizzati correttamente, ma occorre definire una strategia articolata che preveda almeno quattro azioni:
1)mostrare le nuove strade da percorrere
2) offrire strumenti e modelli operativi efficaci per il cambiamento
3) costruire un network tra professionisti e aziende per condividere la conoscenza al fine di affrontare i problemi comuni legati ai processi di cambiamento
4) aiutare le aziende a rimuovere la paura di cambiare

Dr_Who

2 commenti:

Maurizio Goetz ha detto...

Non è la verita, è la mia ricetta personale, che sto cercando di condividere, ma a sentire il parere delle aziende con cui sono in contatto, non mi sembra di essermi allontanato troppo dalla realtà.

Dr_Who ha detto...

assolutamente vero, ma i punti che hai individuato sono condivisibili. soprattutto il p.to 2 che implica capacità di mettersi in gioco e sperimentare. idem il 3): benchmark in una sola parola