venerdì 11 gennaio 2008

Il mondo non è lineare


Oggi gli operatori di mercato si trovano a vivere in un mondo che “non è più lineare” (per i Veri marketer quanto mai lo è stato?). Per poter continuare a competere [chi segue il blog lo sa già] è necessario un cambio di paradigma. Tra gli altri le nuove tecnologie permettono, se lo si vuole, la disponibilità di misure quantitative che stravolgono – meglio, ampliano – contorni socio/comportamentali fino ad ora ritenuti sfuggenti. Il risultato sono nuove tipologie di relazione per nuove applicazioni commerciali. La disponibilità di informazioni aumenta la potenzialità creativa. Lo sostengo fermamente. Adottare un nuovo paradigma ci è imposto in quanto, appunto, il mondo non è più lineare. Per poter competere in un mondo di Kaos sono necessarie menti aperte, disponibili alla sperimentazione. Manager disponibili a seguire strade nuove, con i rischi e le opportunità che ne derivano. I sistemi che superano meglio i cambiamenti sono aperti nei confronti dell’ambiente, sono in grado di riconfigurarsi continuamente e di co-evolvere con i fattori che cercano di cambiarli. UnconventionalM.
Dr_Who

Nessun commento: