domenica 30 marzo 2008

Alixir incontra i Blogger. Chiaro sul Nero Barilla?

Avevo già parlato del temporary Store di Alixir. Tono a parlarne in quanto ieri 29 marzo sono stato invitato a partecipare ad una serata dedicata ai blogger, appunto presso il Temporary Alixir. Tema Alixir. Assieme a Luca Conti, Mauro Lupi, Lele Dainesi, Gabriele Paolillo, Marco Palazzo e Stefano Massimino, Mafe de Baggis, Simone Sbarbati e Ethel Margutti, Roberta Collina con Alex Giordano e Mirko Pallera e molti altri, ho trascorso una serata divisa in due parti. La prima ha visto lo staff Barilla responsabile del lancio di Alixir al completo: dal direttore marketing Eugenio Perrier, al Marketing Manager Emanuela Rovere, Pietro De Albertis product developer manager, fino a William Murray Hamm responsabile del pack. La domanda è: perché incontrare i blogger? Semplice: la nuova linea di prodotti Barilla ha creato tanto buzz - positivo e negativo – tanto che Eugenio Perrier ha voluto incontrare quota parte di chi il buzz (positivo e negativo) lo ha generato, per comprendere soprattutto quali fossero le cause di quello negativo. Al di là della condivisione delle dinamiche di produzione di prodotti a marchio Alixir (che personalmente reputo ben posizionate e di ausilio all’interno delle proprie abitudini di consumo) e dei controlli e protocolli sanitari che li supportano, la cosa che ho notato è l’atteggiamento 2.0 da parte del marketing di Barilla (nessuno escluso): presentarsi di persona per accreditare il proprio prodotto è innanzitutto un atto di umiltà, un atto di rispetto delle “voci dal basso”, e poi un forte segnale di apertura verso una nuova relationship. Personalmente ritengo che il management del brand Alixir, abbia tutte le potenzialità per portare il brand al successo, sia per l’accuratezza del prodotto, sia soprattutto per questo atteggiamento di apertura al confronto. Durante la conferenza, alla domanda sul perché Alixir non metta su un corporate blog per dialogare con i propri clienti, il direttore marketing ha risposto “ semplicemente perché non lo sappiamo fare”. Eugenio, ne sei proprio sicuro? Rifletti sulla serata, vedrai che troverai la risposta. La seconda parte della serata? Guardate le foto qui sotto postate su Pix-Yu!



Dr_Who

4 commenti:

Baldo ha detto...

Mi viene un dubbio: meglio non fare un blog perchè non si è sicuri o provarci comunque, che fare con della buona volontà è meglio dell'immobilismo? Forse in Barilla sono abituati a fare tutto in maniera perfetta... boh?!?

Eugenio ha detto...

Baldo, non è questione di voler fare le cose perfette. Credo che l'evento di sabato sia testimonianza della volontà di aprirsi a strade nuove, magari chiedendo e ottenendo consiglio da parte di chi è più esperto....

Anonimo ha detto...

Vai Pietro!

Sei un grande!

VT

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good