domenica 9 marzo 2008

Subvertise!

Da Fables sul suo Bloguerrilla ritrovo l'interessante fenomeno del cultural Jamming. Il network di riferimento è AdBusters Rovesciano i significati delle immagini più diffuse, utilizzando un linguaggio proprio della controinformazione. Utilizzano spesso i loro messaggi per parodiare e deturpare drasticamente i cartelloni pubblicitari e non solo. I cultural jammers partono dal presupposto che tutti hanno il diritto di comunicare e utilizzano queste forme per rispondere a messaggi che non hanno mai chiesto di vedere, ma che puntualmente vengono mostrati. Anche il guerrilla marketing prende spesso esempio dagli strumenti improntati nel cultural jamming.



Dr_Who

1 commento:

Baldo ha detto...

...vine voglia di uscire per strada con una bomboletta spray in tasca...:)